Sezione salto blocchi

Imprese di autoriparazione

ATTENZIONE alla data del 04/01/2023: Riqualificazione preposti alla gestione tecnica di Imprese di Autoriparazione

Le imprese iscritte, alla data del 5 gennaio 2013, nel Registro delle Imprese e abilitate alle attività di meccanica, motoristica o a quella di elettrauto, possono esercitare le rispettive attività fino al 4 gennaio 2023. Potranno proseguire nella loro attività oltre tale data SOLO SE le persone preposte alla gestione tecnica avranno esteso la loro abilitazione all’intero settore della meccatronica, mediante frequenza agli appositi corsi integrativi di formazione regionale, limitatamente alle discipline relative all’abilitazione professionale non posseduta, o tramite rivalutazione del loro titolo di studio. Scopri di più su Supporto Specialistico.

 

CHI SONO

Per attività di autoriparazione (L. 122 del 05/02/1992) si intendono tutti gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di qualsiasi componente, anche particolare, dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore circolanti su strada, nonché l´installazione, sugli stessi, di impianti e componenti fissi.
L´attività di autoriparazione si distingue in:

  • Meccatronica (sezione unica che ricomprende le vecchie e separate meccanica - motoristica ed elettrauto (L. 224 del 11/12/12)
  • Carrozzeria
  • Gommista

Non rientrano nell’attività di autoriparazione le attività di lavaggio, rifornimento di carburante, sostituzione del filtro dell’aria e dell’olio, sostituzione dell’olio lubrificante e di altri liquidi lubrificanti o di raffreddamento, che devono in ogni caso essere effettuate nel rispetto delle norme vigenti in materia di tutela dall’inquinamento atmosferico e di smaltimento dei rifiuti, come specificato in Banca Dati Ateco.

 

REQUISITI PER L'ESERCIZIO ATTIVITÀ

Ai fini della denuncia di inizio attività, l´impresa deve nominare un Responsabile Tecnico in possesso di requisiti di idoneità morali, di onorabilità e professionali.

È necessario, inoltre, che non siano stati emessi provvedimenti di cui all’articolo 67 del DLgs 159/2011, ovvero, che non sussistano cause di decadenza, di sospensione, di divieto, nei confronti di tutti i soggetti obbligati (art. 85, Dlgs 159/2011).

 

COME AVVIARE L'ATTIVITÀ

Se in possesso dei requisiti, l'avvio dell'attività deve essere comunicato al Registro Imprese e contestualmente al SUAP del Comune di riferimento, mediante pratica telematica, con invio di SCIA (segnalazione certificata di inizio attività), usando i moduli unificati e standardizzati a livello nazionale, disponibili sulla piattaforma ImpresaInUnGiorno o sulle altre analoghe piattaforme utilizzate da ciascun SUAP, seguendo le indicazioni fornite in Supporto Specialistico.

Al fine di completare le informazioni richieste dalla normativa in materia, la pratica telematica - composta dal principale modello SCIA, dall’allegato A (dichiarazione antimafia da parte di altri soci), dall’allegato B (dichiarazione antimafia e requisiti professionali da parte del responsabile tecnico diverso dal legale rappresentante), generati mediante compilazione degli appositi campi all'interno della piattaforma - andrà eventualmente integrata con la seguente modulistica, in formato pdf/A:

  • Allegato C (dichiarazione integrativa sul possesso dei requisiti da parte del responsabile tecnico);
  • Allegato D (Dichiarazione sostitutiva di certificazione - Requisito antimafia - Elenco persone fisiche con incarichi);
  • Allegato E (Dichiarazione sostitutiva requisito antimafia da parte di persona giuridica).

 

Estensione abilitazione da una alle restanti sezioni

Le imprese iscritte nel Registro delle Imprese, alla data del 5 gennaio 2013, e abilitate ad uno o due dei settori dell’autoriparazione (meccatronica – carrozzeria o gommista) possono estendere (e conseguire), entro il 4 gennaio 2023, l’immediata abilitazione del responsabile tecnico al restante settore o ai restanti settori dell’attività di autoriparazione, mediante sola frequenza, con esito positivo, dei corsi qualificanti, tecnico-pratici, istituiti dalla Regione, senza obbligo di svolgere l’attività stessa, per almeno un anno (negli ultimi cinque), come operaio qualificato, alle dipendenze di imprese operanti nel settore, come originariamente previsto dalla l. 122/92. Per maggiori dettagli consultare il Supporto Specialistico

 

Riqualificazione dell'attività di meccanica-motoristica o di elettrauto in meccatronica

Le imprese iscritte nel Registro delle Imprese e abilitate alle attività di meccanica, motoristica o a quella di elettrauto, alla data del 5 gennaio 2013, possono proseguire le rispettive attività fino al 4 gennaio 2023. Entro tale termine le persone preposte alla gestione tecnica delle imprese sopra indicate dovranno estendere l’abilitazione all’intero settore della meccatronica, seguendo le indicazioni del Supporto Specialistico.

 

DOCUMENTAZIONE

Estensione abilitazione e riqualificazione attività: circolare MISE n. 3706/C e parere MISE n. 0130778

Info

Registro Imprese Contact Center
tel. 02 22177031
Ultimo aggiornamento mercoledì 01 giugno 2022