Sezione salto blocchi

Marchi e brevetti

La proprietà industriale comprende marchi e altri segni distintivi, indicazioni geografiche, denominazioni di origine, disegni e modelli, invenzioni, modelli di utilità, topografie dei prodotti a semiconduttori, informazioni aziendali riservate e nuove varietà vegetali. Questi diritti, validi limitatamente al territorio nazionale, si acquistano mediante brevettazione, registrazione o negli altri modi previsti dal codice della proprietà industriale.

Si acquistano mediante brevettazione:

Si acquistano mediante registrazione:

L’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (U.I.B.M.) è l’amministrazione responsabile dell’attività di brevettazione e di registrazione, che ha natura di accertamento costitutivo, e dà luogo a titoli di proprietà industriale subordinatamente al deposito di una domanda da parte degli interessati.

 

COME EFFETTUARE IL DEPOSITO NAZIONALE

  • telematicamente attraverso il portale dei servizi online https://servizionline.uibm.gov.it previa registrazione. E' il modo più semplice e veloce per presentare una domanda di titoli di proprietà industriale o un'istanza ad essa connessa e consente il pagamento contestuale tramite la piattaforma digitale PagoPa, per mezzo di carta di credito, bonifico bancario o altra modalità di pagamento previsto da tale piattaforma. Il deposito telematico della domanda consente di ridurre al minimo la durata dei procedimenti;
  • tramite presentazione della modulistica cartacea all'Ufficio Marchi e Brevetti della Camera di Commercio, Piazza Monte Grappa 5, Varese. Prima di procedere con il deposito della domanda allo sportello è necessario inviare la modulistica, debitamente compilata a brevetti@va.camcom.it per il controllo formale. L'Ufficio verificherà infatti la presenza di tutte le informazioni obbligatorie indicando, qualora fosse necessario, eventuali modifiche/integrazioni da apportare.  Una volta effettuato il controllo formale della domanda saranno fornite tutte le indicazioni utili per procedere con il deposito. Allo sportello si accede solo su appuntamento da prenotare scrivendo a brevetti@va.camcom.it

 

NORMATIVA

 

REGISTRARE ALL'ESTERO

I diritti di uso di un marchio sono validi esclusivamente nel territorio dello Stato nel quale è stata effettuata la registrazione. Per registrare un marchio all'estero ci sono tre possibilità:

  • attraverso una registrazione di Marchio Europeo (con validità su tutta l’UE);
  • attraverso una serie di registrazioni nazionali: la domanda di registrazione va presentata all’Ufficio nazionale marchi di tutti i Paesi in cui si vuole ottenere la protezione, seguendo la procedura prevista da ogni singolo Ufficio nazionale, nella lingua prescritta e pagando le relative tasse (alcuni Paesi esigono i servizi di un consulente di marchi iscritto all’albo di quel Paese);
  • attraverso una registrazione di Marchio Internazionale.

La modulistica internazionale per la presentazione di una domanda all’Ufficio europeo per i brevetti (EPO) o l’Organizzazione Mondiale per la proprietà intellettuale (OMPI o WIPO), per il tramite dell’UIBM, è disponibile nelle sezioni:

 

SEGNALAZIONI INGANNEVOLI

In seguito a numerose segnalazioni da parte di titolari di marchi nazionali ed internazionali che ricevono offerte di pubblicazione a scopo conoscitivo dei loro marchi, previo bonifico bancario, si precisa che né la Camera di Commercio, né gli organismi ufficiali italiani ed esteri che gestiscono la proprietà industriale, inviano richieste di pagamento per la pubblicazione nelle rispettive banche dati.  Si invita pertanto a valutare attentamente qualsiasi comunicazione in tal senso.

Info

Marchi e Brevetti
tel. 0332 295319
Ultimo aggiornamento sabato 26 marzo 2022