Sezione salto blocchi

Domicilio digitale

21/12/2022: Partita la campagna di attribuzione d'ufficio del Domicilio Digitale

Destinatarie della campagna di attribuzione d'ufficio del Domicilio Digitale sono tutte quelle imprese che non lo abbiano ancora dichiarato e quelle per le quali il domicilio digitale sia stato cancellato d’ufficio, perché inattivo, revocato o non univoco, come disposto dall'art. 37 del DL 76/2020.

Imprese costituite in forma societaria:

Con Determinazione 428 del 21/12/2022 è stato avviato il procedimento di assegnazione d'ufficio del domicilio digitale alle società.

I soggetti interessati sono indicati nell' elenco delle società di capitali e nell' elenco delle società di persone.

Alle società interessate viene data Comunicazione di avvio procedimento in forma massiva, con valore di notifica, mediante pubblicazione all'albo camerale (dal 21/12/2022 al 15/02/2023) e in questa sezione del sito istituzionale.

Le società indicate negli elenchi sono invitate a regolarizzare la posizione comunicando il proprio domicilio digitale entro il 15/02/2023, mediante piattaforma dedicata.

Alla scadenza del termine indicato:

- le società inadempienti saranno sottoposte a sanzione negli importi indicati nella comunicazione di avvio procedimento;

- alle società inadempienti verrà assegnato d'ufficio un domicilio digitale le cui specifiche tecniche sono indicate nella comunicazione di avvio procedimento.

 

Imprese Individuali:

Con Determinazione n. 429 del 21/12/2022 è stata approvata la diffida ad adempiere indirizzata alle imprese individuali indicate nell'elenco predisposto.

Alle imprese interessate viene data, con valore di notifica massiva, Comunicazione di diffida ad adempiere, mediante pubblicazione all'Albo Camerale (dal 21/12/2022 al 15/02/2023) ed in questa pagina del sito istituzionale.

Le imprese individuali sono diffidate a regolarizzare la posizione comunicando il proprio domicilio digitale entro il 15/02/2023, mediante piattaforma dedicata.

Alla scadenza del termine indicato:

-  le imprese individuali inadempienti saranno sottoposte a sanzione negli importi indicati nella Comunicazione di diffida ad adempiere;

- alle imprese individuali inadempienti verrà assegnato d'ufficio un domicilio digitale le cui specifiche tecniche sono indicate nella Comunicazione di diffida ad adempiere

 

COS’È

Il domicilio digitale è un indirizzo elettronico eletto presso un servizio di posta elettronica certificata o un servizio elettronico di recapito certificato qualificato; è un sistema di comunicazione in grado di attestare l’invio e l’avvenuta consegna di un messaggio di posta elettronica e di fornire ricevute opponibili ai terzi.

L’indirizzo deve essere esistentevalido e attivo ed inoltre deve essere univocamente riconducibile all’impresa (non essere assegnato ad altri).

 

SOGGETTI OBBLIGATI

Tutte le imprese costituite in forma societaria (art. 16 - DL 185/2008 e s.m.i.), ovvero, società di persone, società di capitali, società cooperative, società consortili, società in liquidazione e società estere con sede secondaria in Italia, imprese individuali (art. 5 L. 221/2012 e s.m.i.) attive e non soggette a procedure concorsuali, sono tenute alla comunicazione di un domicilio digitale. Non è ammessa la domiciliazione presso terzi (es. studi professionali).

 

SOGGETTI ESONERATI

Consorzi fra imprese con attività esterna, i G.E.I.E., aziende speciali di enti locali, reti di imprese con soggettività giuridica, associazioni iscritte nella sezione ordinaria del Registro delle imprese, associazioni, fondazioni, altri enti non societari e persone fisiche - iscritti solo nel Repertorio Economico Amministrativo.

 

CASI PARTICOLARI

Sono tenuti a comunicare un indirizzo di posta elettronica certificata, che riferirà non tanto all’impresa quanto all'eventuale procedura concorsuale in essere, i soggetti nominati nell’ambito della stessa, quali curatori fallimentari, commissari giudiziali e commissari liquidatori.

 

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Per richiedere un domicilio digitale occorre rivolgersi ad un gestore PEC, iscritto nell’elenco dell'Agenzia per l'Italia Digitale.

Per l’iscrizione del proprio domicilio digitale sarà necessario inoltrare al Registro Imprese una pratica telematica, compilata attraverso DIRE, Comunica Startweb o Comunica Fedra (fino a loro dismissione), o una pratica semplice.

Per costi e termini consultare Supporto Specialistico.

Per verificare la sola iscrizione del domicilio digitale sono a disposizione i seguenti canali:

https://domiciliodigitale.unioncamere.gov.it/home

https://www.registroimprese.it/indirizzo-pec

Per verificare la regolarità dell’indirizzo e quindi lo stato (attivo/inattivo, valido/non valido) sarà necessario rivolgersi al gestore che lo ha rilasciato.

 

CANCELLAZIONE D'UFFICIO DOMICILI IRREGOLARI

Il Registro Imprese verifica periodicamente, con modalità automatizzate, se gli indirizzi iscritti siano attivi, validi e univocamente riconducibili all'impresa, secondo quanto disposto dalla Direttiva del MISE del 13 luglio 2015.

In caso negativo avvia il procedimento di cancellazione d’ufficio di quelli che presentano anomalie; in mancanza poi di regolarizzazione su istanza di parte, assegna d'ufficio all'impresa un domicilio digitale, in linea con quanto prescritto dall’art. 37 del D.L. 76/2020, convertito con L.120/2020.

 

DOCUMENTAZIONE

Info

Registro Imprese Contact Center
tel. 02 22177031
Ultimo aggiornamento venerdì 23 dicembre 2022