• Stampa

Imprese di pulizia

novitàE' disponibile on line un documento di approfondimento sulle attività di sanificazione che si invita a consultare, tenuto conto che la violazione delle norme associate all'attività comporta sanzioni sia amministrative che penali a carico delle imprese, nonché responsabilità punite con sanzioni amministrative a carico dei committenti. Ulteriori dettagli, oltre che in questa pagina dedicata, anche su ATECO, quadro d’insieme sugli adempimenti amministrativi necessari per svolgere legittimamente l’attività di impresa.

Per le attività di disinfestazione, derattizzazione e sanificazione, si invita a prendere visione in questa pagina della sottosezione dedicata al possesso dei requisiti di capacità tecnica ed organizzativa.

COS'E'

Attività di pulizia
Tutte le attività che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza.

Attività di disinfezione
Tutte le attività che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni atti a rendere sani determinati ambienti confinati ed aree di pertinenza, mediante la distruzione od inattivazione di microrganismi patogeni.

Attività di disinfestazione
Tutte le attività che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni atti a distruggere piccoli animali, in particolare antropodi, sia perchè parassiti, vettori o riserve di agenti infetti sia perchè molesti e specie vegetali non desiderate. La disinfestazione può essere integrale se rivolta a tutte le specie infestanti ovvero mirata se rivolta a singola specie.

Attività di derattizzazione
Tutte quelle attività che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni di disinfestazione, atti a determinare o la distruzione completa oppure la riduzione del numero della popolazione dei ratti o dei topi al di sotto di una certa soglia.

Attività di sanificazione
Tutte quelle attività che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni atti a rendere sani determinanti ambienti, mediante l’attività di pulizia e/o disinfezione e/o di disinfestazione ovvero mediante il controllo ed il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione ed il rumore.

REQUISITI RICHIESTI

L’esercizio delle attività richiede il possesso dei seguenti requistii:

  • requisiti di onorabilità:
    - nel caso di impresa individuale devono essere posseduti dal titolare e dal preposto all’esercizio dell’attività se nominato
    - nel caso di società, da tutti i soci per le snc, dai soci accomandatari per le sas o sapa, dagli amministratori per ogni altro tipo di società, comprese le cooperative.
  • requisiti di capacità economico-finanziaria:
    a. Iscrizione all’INPS e all’INAIL, ricorrendone i presupposti di legge, di tutti gli addetti, compreso il titolare, i familiari e i soci prestatori d’opera
    b. assenza di protesti cambiari negli ultimi 5 anni a carico del titolare per le imprese individuali, dei soci per le società di persone, degli amministratori per le società di capitali e cooperative (salvo la riabilitazione ai sensi dell’art. 17 della legge 7 marzo 1996, n. 108 ovvero dimostrazione di avere completamente soddisfatto i creditori)
    c. esistenza di rapporti con il sistema bancario da comprovare con apposite dichiarazioni bancarie riferite agli affidamenti effettivamenti accordati (titolarità di almeno un conto corrente bancario/postale o on line)
  • requisiti di capacità tecnica ed organizzativa - solo per le attività di disinfestazione, derattizzazione e sanificazione
    Il preposto alla gestione tecnica deve possedere almeno uno (a. oppure b.) dei seguenti requisiti:

    a.Titolo di studio (in alternativa):
    - diploma universitario o di laurea in materia tecnica utile ai fini dello svolgimento dell’attività
    - diploma di istruzione secondaria superiore in materia tecnica attinente l’attività
    - attestato di qualifica a carattere tecnico attinente l’attività conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale

    E' necessario che il percorso di studi specifico abbia previsto almeno un corso biennale in chimica, nonchè nozioni di scienze naturali e biologiche.

    Si riporta, a titolo esemplificativo, un elenco dei titoli di studio:
    - diploma universitario, laurea triennale, magistrale, specialistica, vecchio ordinamento, inerente le classi di laurea in chimica, medicina, farmacia, biologia, veterinaria, ecologia, ingegneria chimica;
    - diploma di formazione secondaria superiore in perito chimico, perito in chimica industriale, agrotecnico, perito merceologico, perito per l'industria tintoria, maturità scientifica.

    Ferma restando sempre la necessità che nei corsi di studio vi siano stati almeno un corso biennale in chimica e nozioni di scienze naturali e biologiche, si consiglia di valutare preventivamente con l'Ufficio Registro Imprese, tramite servizi on line, l'idoneità del titolo posseduto.

    b. Assolvimento dell'obbligo scolastico + esperienza lavorativa di 3 anni in imprese esercenti disinfestazione, derattizzazione o sanificazione in qualità di titolare, amministratore, dipendente qualificato, collaboratore familiare, socio lavorante.

AVVIO ATTIVITA'

Per l'inizio delle attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione e per i successivi adempimenti devono essere presentati al Suap competente i moduli unificati e standardizzati a livello nazionale, disponibili sulla piattaforma impresainungiorno o sulle altre analoghe piattaforme utilizzate da ciascun SUAP. Le imprese sono invitate a compilare i moduli per l'avvio dell'attività sui portali SUAP contestualmente alla pratica per il Registro Imprese. L'ufficio Registro Imprese non accetta più i moduli della Camera di Commercio utilizzati precedentemente.

Ultimo aggiornamento 19 maggio 2020

  • Stampa

Vedi anche

NORMATIVA

  • Legge 25 gennaio 1994, n. 82
  • D.M. 7 luglio 1997, n. 274
  • D.P.R. 14 dicembre 1999, n. 558
  • D.L. 31 gennaio 2007, n. 7 - art. 10
  • Legge 7 agosto 1990, n. 241
  • Legge 30 luglio 2010, n. 122





banner Supporto Specialistico