• Stampa

Sostenibilità ambientale e sviluppo digitale: opportunità per le imprese

Le imprese varesine sanno guardare in avanti, sfruttando al meglio le opportunità che offre loro l’innovazione tecnologica. La conferma viene dall’attenzione che, sul nostro territorio, viene riservata a Vi.Vi.Fir (Vidimazione Virtuale del formulario), il nuovo servizio delle Camere di Commercio che permette a imprese ed enti, senza alcun costo, di produrre e vidimare autonomamente il formulario di identificazione dei rifiuti. A poche settimane dal lancio, Varese ha scalato la graduatoria a livello nazionale e ora è nella top ten in Italia quanto al numero di imprese ed enti registrati al servizio. Una cifra che potrà ulteriormente accrescersi grazie al webinar di lunedì 17 maggio quando, oltre che appunto di Vi.Vi.Fir, si parlerà di servizi quali Firma digitale, SPID, Cassetto digitale, Fatturazione elettronica e Libri digitali oggi sempre più decisivi per la competitività delle nostre imprese.

«In una fase storica in cui innovazione tecnologica e attenzione alla sostenibilità ambientale, nel rispetto dei principi del Recovery Fund, sono i veri fattori chiave per la ripartenza – sottolinea il presidente Fabio Lunghi, come Camera di Commercio vogliamo ancora una volta offrire il miglior supporto alle imprese, garantendo loro momenti di approfondimento e contributi per i propri investimenti».

In questa logica s’inserisce anche il bando per l’innovazione delle filiere di economia circolare che Camere di Commercio e Regione Lombardia hanno appena aperto: per le micro, piccole e medie imprese è disponibile una dotazione di 3 milioni e 621mila euro per il sostegno a progetti che promuovano il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini e la riduzione della produzione di rifiuti, Eco-design con metodologia Life Cycle Thinking. Le aziende possono partecipare in forma singola o in aggregazione composta da almeno tre imprese e l’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino a 120mila euro e pari al 40% delle spese sostenute, per un investimento minimo di 40mila euro.

Questo bando, come gli altri che in tema di digitalizzazione Camera di Commercio Varese mette a disposizione delle 58mila imprese attive sul territorio provinciale, sarà illustrato in un webinar che si terrà giovedì 13 maggio alle 14.30.

Intanto, ritornando in tema ambientale, è stata fissata al 16 giugno la scadenza per il MUD 2021. Il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, relativo ai rifiuti speciali prodotti e gestiti lo scorso anno da imprese ed enti, sarà al centro di un altro webinar, previsto lunedì 24 maggio, con inizio alle 9.30.

Per questo e per gli altri appuntamenti online, tutti a partecipazione online, occorre iscriversi sul sito di Camera di Commercio Varese all’indirizzo web www.va.camcom.it, seguendo il percorso “Convegni e Seminari ˃ Webinar”.

Ultimo aggiornamento 11 maggio 2021
  • Stampa

INFO

Ufficio Stampa

tel. 0332 295475

e-mail

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)