• Stampa

Immobili: Varese e i suoi prezzi stabili

Lo sguardo è già rivolto al 2021 con la sua possibile ripresa del mercato: dopo l’intervallo segnato dall’allerta sanitaria che stiamo vivendo, l’obiettivo è quello di dar seguito a quei segnali di vivacità che si erano manifestati lo scorso anno. Nel 2019, per la seconda volta consecutiva, in provincia di Varese si era superato il muro delle 10mila transazioni normalizzate. L’indice che esprime l’andamento delle compravendite, normalizzate rispetto alla quota di proprietà compravenduta, pur rimanendo lontano dai valori precedenti alla crisi finanziaria del 2008, nei dodici mesi dell’anno scorso aveva toccato quota 10.441, al di sopra anche dei 10.331 punti con cui si era chiuso il 2018. Un volume di transazioni che, per ovvie ragioni legate all’emergenza sanitaria, non sarà possibile ripetere nel 2020: i primi sei mesi hanno fatto segnare un -20% rispetto allo stesso periodo del 2019, ma con clienti più interessati e una conseguente riduzione dei tempi delle trattative.

Tutti questi dati emergono dall’ultima edizione della “Rilevazione Prezzi Immobili”, volume che offre un quadro dei valori medi delle abitazioni nei 138 Comuni varesini. Una pubblicazione che è il frutto dell’analisi compiuta da un’apposita commissione che, coordinata da Camera di Commercio, ha preso in considerazione le indicazioni degli oltre 200 operatori interpellati: figure professionali che formano la rete di informatori delle associazioni di categoria ANAMA, FIAIP e FIMAA oltre che degli Ordini e i Collegi interessati, dell’Agenzia delle Entrate-Territorio, del Comune di Varese, della Provincia e dell’Associazione Costruttori Edili.

«Una pubblicazione che funge ormai da chiaro punto di riferimento per il mercato – sottolinea il presidente di Camera di Commercio, Fabio Lunghi –.  Quest’anno abbiamo arricchito il volume con le ultime indicazioni normative, utili a cittadini e imprese. Faccio riferimento ai provvedimenti legislativi e ai chiarimenti per l’iter delle agevolazioni fiscali legate al Superbonus 110%, ma anche al Decreto semplificazioni con le modifiche previste per l’attività edile in quest’epoca di allerta sanitaria». Non manca, poi, un approfondimento sulle norme di sicurezza in cantiere.

«Del resto, tra gli impegni di Camera di Commercio – continua Lunghi –, c’è quello volto a favorire la trasparenza del mercato. Ecco allora la valenza di un volume come questo che si pone quale utile strumento di analisi e verifica. Una pubblicazione consultabile non solo dagli operatori ma anche da tutti quei cittadini che vogliono comperare una nuova abitazione o, semplicemente, avere un’idea preliminare di quanto possa valere la propria casa prima di affidare a un agente immobiliare professionale l’incarico per una valutazione approfondita».

La “Rilevazione Prezzi Immobili” è quindi uno strumento che consente a cittadini e operatori economici di avere la consapevolezza di quali siano, nella massima trasparenza, gli indicatori che caratterizzano il sistema della compravendita. Il tutto tenendo presente che, nell’identificazione dei prezzi, come sempre si è considerata la media, scartando le quotazioni relative a particolari fattispecie di punte massime o minime.

Venendo allora ai prezzi rilevati, nella tendenza alla stabilità, i valori più alti, ancora una volta, si registrano sulla sponda lombarda del Lago Maggiore e in centro a Varese: così, a Luino e nel capoluogo le nuove abitazioni di pregio toccano i 3.300 euro al metro quadrato. A Busto Arsizio e Gallarate, invece, siamo a 3.100 euro mentre a Saronno il nuovo resta a 3.000 euro.

Quanto alle altre località della provincia, particolarmente apprezzate si confermano le abitazioni sul Lago Maggiore, a Laveno Mombello (2.900 euro) e Maccagno con Pino e Veddasca (2.600 euro), ma anche sul Ceresio, con Lavena Ponte Tresa che tocca i 2.300 euro al metro quadrato.

Il volume, distribuito in migliaia di copie, è disponibile nella tradizionale versione cartacea, da richiedere all’indirizzo mail: prezzi@va.camcom.it. È inoltre consultabile online.

Ecco le slide illustrative

Ultimo aggiornamento 01 dicembre 2020
  • Stampa

INFO

Ufficio Stampa

tel. 0332 295475

e-mail

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale, Ambiente
e Conciliazione

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)