• Stampa

Limitazioni attività produttive - Decreto Rilancio

DECRETO RILANCIO - misure di rilancio a seguito dell'emergenza epidemiologica.

Ordinanze regionali - misure prevenzione emergenza epidemiologica

La Prefettura di Varese ha attivato l'indirizzo prefettura.varese@interno.it per le comunicazioni delle imprese, ex Dpcm 22 marzo, 10 aprile 2020 e 26 aprile 2020.
Lo stesso ente informa che le imprese che hanno già presentato dichiarazione di prosecuzione attività non sono tenute a trasmetterne una nuova.

Approfondisci qui il tema Codici Ateco e Comunicazioni alla Prefettura.

Sono state introdotte nuove misure di contenimento per il contrasto all’emergenza epidemiologica ampliando il perimetro delle limitazioni alle attività produttive.

Le nuove misure sono efficaci a partire dal 14 aprile al 3 maggio 2020.

Come dettagliato nell’art. 2 del nuovo Dpcm 10 aprile 2020 sono sospese tutte le attività produttiveindustriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell'allegato 3 dello stesso decreto.

È possibile verificare il codice ATECO attività direttamente e gratuitamente consultando la visura della propria impresa disponibile nel Cassetto Digitale o sul sito registroimprese.it accedendo alla scheda della singola impresa.
Consulta la pagina dedicata per scaricare i moduli della Prefettura di Varese.

Previa comunicazione al Prefetto competente per territorio, è inoltre prevista la continuità produttiva per le imprese che svolgono un’attività ricompresa tra le seguenti:

-  “attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui all’allegato 3, nonché delle filiere delle attività dell'industria dell'aerospazio, della difesa e delle altre attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale, ..... e dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali...". Nella comunicazione andranno indicate le imprese o le amministrazioni destinatarie delle attività svolte;  (fac simile comunicazione continuità filiera produttiva);

-  "attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, …, dalla cui interruzione derivi un grave pregiudizio all’impianto stesso o un pericolo di incidenti";  (facsimile comunicazione impianti a ciclo produttivo continuo);

- "attività dell’industria, dell’aerospazio e della difesa, incluse le lavorazione, gli impianti, i materiali, i servizi e le infrastrutture essenziali per la sicurezza nazionale e il soccorso pubblico, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale";  (facsimile comunicazione industria aerospazio e difesa);

-  "per le attività produttive sospese è ammesso ..., l'accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti, nonché attività di pulizia e sanificazione. .. è consentita, ..., la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture"; (facsimile comunicazione attività di vigilanza, manutenzione, pagamenti, pulizia, spedizione/ricezione merci).

I legali rappresentanti delle imprese con attività produttive ubicate nella provincia di Varese devono inviare una comunicazione via PEC alla Prefettura di Varese all'indirizzo prefettura.varese@interno.it indicando nell’oggetto “DPCM 10 aprile 2020 – Comunicazione attività” compilando uno dei facsimili precedentemente specificati.

Sono comunque consentite le attività che erogano servizi di pubblica utilità nonché servizi essenziali (legge 12/06/1990), nonché l’attività di produzione, trasposto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici, prodotti agricoli e alimentari e altresì ogni attività comunque funzionale a fronteggiare l’emergenza. 

Resta inteso che per le attività già espressamente autorizzate exDPCM 10 aprile 2020 ora 26 aprile 2020, non è necessario compiere nessun adempimento formale.

Ultimo aggiornamento 18 maggio 2020
  • Stampa

INFO

Ufficio Stampa

tel. 0332 295475

e-mail