Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

  • Stampa

Economia Circolare - Seminario

Il tema è di grande rilievo per le imprese varesine: la conferma è l'attenzione riservata al seminario che, proposto dalla Camera di Commercio con la sua azienda speciale Promovarese, ha fatto registrare il tutto esaurito nelle sale di MalpensaFiere a Busto Arsizio. 

Oltre una cinquantina gli operatori presenti a un incontro che ha analizzato le novità introdotte dal recente decreto sottoprodotti: la logica è quella dell'economia circolare, favorendo le aziende nella rimessa in produzione di scarti da lavorazione. 

Non a caso l'iniziativa, che rientra in un ciclo “Per… Corsi Ambientali” promosso dalla stessa Camera di Commercio dedicato ai temi ambientali per una migliore gestione d'impresa, aveva come titolo "Rifiuti o Non Rifiuti?". 

La distinzione introdotta dal decreto governativo fra ciò che, nell'ambito degli scarti produttivi, rientra nella categoria dei rifiuti e quindi deve essere gestito rispettando la rigida normativa dello smaltimento e ciò che invece può essere oggetto di riutilizzo ha importanti conseguenze sulla vita aziendale, sia in termini economici che ambientali.

«Noi siamo un’impresa che, tra i vari compiti, si occupa della produzione di manufatti in calcestruzzo, ma anche della manutenzione delle infrastrutture» spiega Emanuela Chirotti, responsabile ambiente della Betoncablo di Busto Arsizio, una delle imprese presenti al seminario. «È chiaro come la gestione dei rifiuti rappresenti una parte importante del nostro lavoro quotidiano. In tale contesto, le novità normative al centro dell’incontro promosso dalla Camera di Commercio ci offrono delle opportunità: così, nella scavo, se finora avevamo costi elevatissimi per lo smaltimento di rocce, asfalto e terra, oggi intravediamo la possibilità di riutilizzare almeno una parte del materiale di risulta. Questo seminario ci ha aperto gli occhi su nuove prospettive operative che, da tempo, ci auguravamo potessero diventare realtà. E non solo nella logica del risparmio economico, ma soprattutto sul piano della sostenibilità ambientale».

Considerazioni condivise da Santina Minuto, della Ghiro, società varesina di consulenza in materia di sicurezza sul lavoro e ambientale. «Nella logica dell’economia circolare che oggi si sta affermando, le novità appena introdotte dal legislatore offrono di certo delle opportunità legate al riutilizzo dei sottoprodotti, ma al tempo stesso distribuiscono tra più soggetti la responsabilità sulla gestione dei rifiuti veri e propri. E questo soprattutto nel caso dell’attività di manutenzione, dove questa responsabilità viene suddivisa tra il soggetto che materialmente produce i rifiuti e chi aveva commissionato la stessa attività di manutenzione. Da qui la necessità, anche per una società di consulenza come la nostra, di un aggiornamento costante come quello che ci offre la Camera di Commercio col suo ciclo “Per.. Corsi Ambientali”».

Un ultimo appuntamento di questo ciclo - per la cui partecipazione l’Ordine degli Ingegneri e il Collegio Periti Industriali della provincia di Varese riconoscono crediti formativi professionali - è fin d’ora fissato per martedì 21 novembre. Sarà questa una giornata di formazione dedicata al trasporto dei rifiuti e di merci pericolose. Al mattino si affronterà il tema “Trasporto dei Rifiuti e le Novità dell’Albo Gestori Ambientali” e al pomeriggio quello “Trasporto Merci Pericolose: le Novità Introdotte dall’ADR 2017”, con quest’ultimo acronimo che fa riferimento all’Accordo internazionale per il trasporto su strada di prodotti pericolosi.

A quest’incontri possibile iscriversi, fino all’esaurimento dei posti disponibili, direttamente online.  

Ultimo aggiornamento 26 ottobre 2017
  • Stampa

INFO

Ufficio Stampa

tel. 0332 295475

e-mail

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale, Ambiente
e Conciliazione

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)