Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Installazione impianti

Il Decreto Ministeriale per il riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici, in vigore dal 27 marzo 2008 (D.M. Sviluppo Economico 22 gennaio 2008, n. 37), ha introdotto le seguenti novità principali:

  • estensione dell'obbligo del possesso dei requisiti tecnico-professionali a tutte le imprese che svolgono attività di installazione di impianti, per qualsiasi destinazione d'uso (sia civile che industriale)
  • eliminazione dell'obbligo di inviare copia della dichiarazione di conformità alla Camera di Commercio, confermando però l'obbligo di depositarla, entro 30 giorni, allo sportello unico dell'edilizia del Comune
  • innalzamento dei requisiti tecnico - professionali che l'impresa deve possedere (periodo di inserimento più lungo da svolgersi in imprese del settore)
  • previsione che il responsabile tecnico possa svolgere tale funzione per una sola impresa e che tale qualifica sia incompatibile con ogni altra attività continuativa
  • introduzione di alcune modifiche ed integrazioni alle descrizioni delle classificazioni degli impianti, rispetto alla precedente classificazione

COS'E'

L’impiantistica riguarda la realizzazione degli impianti per edifici civili ed industriali, soggetti all’applicazione del Decreto Ministeriale 37/2008.

 

SOGGETTI ABILITATI

Sono assoggettate (D.M. 37/2008) tutte le imprese che, in forma individuale o societaria, svolgono le attività di installazione, trasformazione, ampliamento e manutenzione dei seguenti impianti:

  • a) impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, utilizzazione dell'energia elettrica, impianti di protezione contro le scariche atmosferiche, nonchè gli impianti per l'automazione di porte, cancelli e barriere;
  • b) impianti radiotelevisivi, le antenne e gli impianti elettronici in genere;
  • c) impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense, e di ventilazione ed aerazione dei locali;
  • d) impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie;
  • e) impianti per la distribuzione e l'utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali;
  • f) impianti di sollevamento di persone o di cose per mezzo di ascensori, di montacarichi, di scale mobili e simili;
  • g) impianti di protezione antincendio.

Il D.M. 37/2008 si applica agli impianti posti in servizio degli edifici, indipendentemente dalla destinazione d'uso, collocati all'interno degli stessi o delle relative pertinenze.

 

REQUISITI PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ

L’imprenditore (o un responsabile tecnico preposto all’esercizio dell’attività) deve essere in possesso dei requisiti tecnico-professionali  previsti dall’ art. 4, D.M. 37/2008.

Costuisce requisito una delle seguenti caratteristiche:

  • diploma di laurea in materia tecnica specifica conseguito in una università statale o legalmente riconosciuta utile ai fini dello svolgimento dell’attività
  • diploma o qualifica di scuola secondaria superiore con specializzazione relativa al settore di attività, seguito da due anni continuativi di inserimento in un'impresa del settore. Questo periodo è ridotto ad un anno per l'attività relativa agli impianti idrici e sanitari, lettera d)
  • titolo o attestato di formazione professionale seguito da quattro anni consecutivi di inserimento in un´impresa del settore. Questo periodo è ridotto a due anni per l'attività relativa agli impianti idrici e sanitari, lettera d)
  • tre anni svolti come operaio specializzato in un´impresa del settore nel medesimo ramo d´attività, escluso il periodo di apprendistato ed il periodo svolto come operaio qualificato
  • periodo di collaborazione di sei anni in qualità di titolare, socio, collaboratore familiare, nell'ambito di imprese abilitate del settore. Questo periodo è ridotto a quattro anni per l'attività relativa agli impianti idrici e sanitari, lettera d)

Riconoscimento dei requisiti acquisiti prima del 5 marzo 1990
Hanno diritto ad ottenere il riconoscimento dei requisiti tecnico professionali i soggetti che, non più iscritti come imprese di installazione di impianti alla data di entrata in vigore della legge 5 marzo 1990, n. 46, dimostrino di avere svolto professionalmente l´attività nel corso di periodi pregressi in qualità di titolari di imprese per una durata non inferiore a un anno, senza scadenza di termini. Legge 25/96 art. 6.

DICHIARAZIONI DI CONFORMITÀ

L’impresa installatrice è tenuta a rilasciare la dichiarazione di conformità degli impianti realizzati.

E´ fatto obbligo al titolare o al legale rappresentante dell´impresa di rilasciare al committente, al termine dei lavori, una dichiarazione di conformità degli impianti resa sulla base del modello di cui all' allegato I dell'art. 7 del D.M. 37/2008 alla quale devono essere allegati:

  • il progetto (quando necessario)
  • la relazione sulla tipologia dei materiali impiegati
  • scheda di impianto.

La dichiarazione e gli altri eventuali documenti vanno depositati, dall'impresa installatrice, entro trenta giorni dalla conclusione dei lavori, allo sportello unico per l'edilizia del Comune dove ha sede l'impianto.
Lo sportello unico inoltrerà copia della dichiarazione di conformità alla Camera di Commercio competente per territorio.

 

Ultimo aggiornamento 03 luglio 2014

  • Print

INFO

Registro Imprese - Contact Center

tel. 02 85152031

fax 0332 282158

Vedi anche

NORMATIVA

  • Legge 30/7/2010 n.122
  • Legge 18/6/2009 n. 69
  • D.M. 22/1/2008 n. 37
  • D.P.R. 14/12/1999 n. 558
  • D.Lgs. 31/3/1998 n. 112
  • Legge 5/1/1996 n. 25
  • D.P.R. 1/4/1994 n. 392
  • Legge 5/3/1990 n. 46

 

Documentazione

ISTRUZIONI

Le Camere di Commercio Lombarde hanno predisposto le istruzioni per la presentazione della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) consultabili di seguito:

 

MODULISTICA

La segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) deve essere comunicata al Registro delle imprese utilizzando i seguenti moduli:

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale e
Ambiente

CONTACT CENTER

02/8515.2031
(dalle 9.00 alle 17.30)

contact@va.camcom.it