Home
  • Stampa

Imprese di autoriparazione

Estensione abilitazione news

Le imprese iscritte al 5 gennaio 2013 e abilitate per una o più delle attività di autoriparazione (meccatronica, carrozzeria, gommista) possono conseguire l’abilitazione anche per una o entrambe le altre attività in questione entro il termine del 4 gennaio 2023, previa frequentazione, con esito positivo, di appositi corsi che saranno attivati dalle Regioni a prescindere dall’esperienza lavorativa per almeno un anno come operaio qualificato (nuovi artt. 2 e 3 della legge 224/2012). Ulteriori chiarimenti sono disponibili in una recente circolare del Ministero dello Sviluppo Economico Produttive e nel nuovo prontuario pubblicato nella sezione "istruzioni" (box a destra).

Riqualificazione meccatronica per le imprese già attive al 5 gennaio 2013 - nuovo prontuario news

I responsabili tecnici preposti alla sezione meccanica-motoristica o alla sezione elettrauto alla data del 5 gennaio 2013 devono estendere la propria abilitazione all'intero settore della meccatronica entro il 4 gennaio 2023 (proroga del termine introdotta con la legge di bilancio 2018 - legge n. 205/2017, art 1 c.1132 lettera d) punto 2).
I responsabili tecnici che il 5 gennaio 2013 avevano già compiuto 55 anni di età possono proseguire l'attività di meccanico-motoristica o di elettrauto fino al compimento dell'età prevista per la pensione di vecchiaia - in questa circolare del Ministero dello Sviluppo Economico sono disponibili ulteriori chiarimenti.
Non è più possibile riqualificarsi alla meccatronica attraverso l'esperienza professionale acquisita documentata con fatture di lavori su sistemi complessi.
Le indicazioni operative per impostare la relativa modulistica utilizzando la c.d. SCIA UNICA, condivise con i SUAP più rappresentativi e con ATS, sono riportate in questa nota.
Ulteriori dettagli sui requisiti per la riqualificazione sono disponibili nel nuovo prontuario pubblicato nella sezione "istruzioni" (box a destra).

COS'E'

Per attività di autoriparazione si intendono tutti gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristinodi qualsiasi componente, anche particolare, dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore ivi compresi ciclomotori, macchine agricole, rimorchi e carrelli, adibiti al trasporto su strada di persone e cose, nonchè l´installazione sugli stessi di impianti e componenti fissi.

L´attività di autoriparazione si distingue in:

  1. meccatronica
  2. carrozzeria
  3. gommista

La sezione "meccatronica" ha unificato le precedenti sezioni di meccanica-motoristica e di elettrauto.

Si deve ritenere superata e non più applicabile la disciplina agevolativa transitoria che ha consentito in passato l'avvio di attività solo nella sezione elettrauto o solo nella sezione meccanica- motoristica. L'ufficio Registro Imprese accetterà quindi solo domande di iscrizione alla sezione meccatronica, per le quali non può essere considerata abilitante l'esperienza maturata in una sola sezione (elettrauto o meccanica-motoristica - parere MISE - circolare MISE).

Nota Bene

Non rientrano nell'attività di autoriparazione le attività di lavaggio, di rifornimento di carburante, di sostituzione del filtro dell'aria, del filtro dell'olio, dell'olio lubrificante e di altri liquidi lubrificanti o di raffreddamento.

 

SOGGETTI ABILITATI

Il responsabile tecnico preposto all’esercizio dell’attività deve essere in possesso di specifici requisiti personali e professionali.

Modulistica

Per l'inizio delle attività di meccatronica, carrozzeria e gommista e per la gestione de successivi adempimenti devono essere presentati al Suap competente i nuovi moduli unificati e standardizzati a livello nazionale, disponibili sulla piattaforma impresainungiorno o sulle altre analoghe piattaforme utilizzate da ciascun SUAP. L'ufficio Registro Imprese non accetta più i precedenti moduli camerali: "Segnalazione certificata di inizio attività di autoriparazione e dichiarazione del possesso dei requisiti - modello requisiti/122L" e "Nomina - aggiunta - sostituzione di responsabile tecnico - modello Rt - Requisiti/122L"
Le imprese sono invitate a compilare i moduli per l'avvio dell'attività sui portali SUAP contestualmente alla pratica per il Registro Imprese.
Come deciso dalle Camere di Commercio lombarde per completare le informazioni richieste dalla legge, la modulistica nazionale per l'avvio dell'attività va integrata con le dichiarazioni sostitutive specifiche per l’istruttoria camerale (moduli C, D, E), disponibili nella sezione "modulistica" (box a destra - il prontuario è in fase di aggiornamento relativamente a questa parte).

Ultimo aggiornamento 15 ottobre 2018

  • Stampa

INFO

Registro Imprese - Contact Center

tel. 02 22177031

Vedi anche

NORMATIVA

  • Legge 5/02/1992, n. 122
  • D.P.R. 14/12/99, n. 558
  • D.M. 30/07/07, n.440
  • Legge 05/01/96, n. 25
  • Legge 26/09/96, n. 507
  • D.L. 23/10/96, n. 542
  • D.L. del 08/08/96, n. 440
  • D.L. del 18/04/94, n. 387

 

Documentazione

ISTRUZIONI

 

Le Camere di Commercio Lombarde hanno predisposto le istruzioni per la presentazione della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) consultabili di seguito:

 

MODULISTICA

 

Moduli integrativi per l'istruttoria camerale da aggiungere alla SCIA unificata e standardizzata compilata sui portali del SUAP

 

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale, Ambiente
e Conciliazione

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)