• Stampa

Tachigrafi digitali e Cronotachigrafi CEE

Il regolamento UE n. 165/2014 prevede che a partire dal 15/06/2019 tutti i veicoli immatricolati nell'UE siano dotati di un tachigrafo "intelligente", con il conseguente obbligo di rilasciare a conducenti, officine, imprese e autorità di controllo carte tachigrafiche di nuova generazione.
Nelle more dell'adeguamento della normativa nazionale i Centri tecnici che intenderanno operare sui "Tachigrafi Intelligenti" dovranno richiedere l'estensione dell'autorizzazione al Ministero dello Sviluppo Economico. Si invitano i Centri tecnici interessati a contattare il Servizio Metrico per reperire la relativa modulistica ed a consultare la pagina dedicata del sito di Unioncamere per acquisire tutte le informazioni relative alla richiesta della carta tachigrafica di nuova generazione necessaria ad operare sui tachigrafi intelligenti.

COSA SONO

I tachigrafi digitali e i cronotachigrafi CEE sono strumenti situati a bordo dei veicoli stradali pesanti, allo scopo di indicare, registrare e memorizzare in modo automatico o semiauitomatico dati sulla marcia di questi veicoli e su determinati periodi di lavoro dei loro conducenti.

L’installazione e la manutenzione dei tachigrafi digitali può essere eseguita solo da ditte autorizzate (centri tecnici).

Il rilascio delle autorizzazioni per il montaggio dei cronotachigrafi analogici è stato definitivamente sospeso con l’entrata in vigore della normativa sui Tachigrafi Digitali (1° maggio 2006).
In ogni caso l’Ufficio Metrico esegue un controllo sul permanere delle condizioni che hanno portato al rilascio dell’autorizzazione; la voltura è concessa con provvedimento ministeriale.

A COSA SERVONO

Controllano tutte le attività svolte dal e sul veicolo (marcia, sosta, interventi di manutenzione e controllo)e dai suoi conducenti, per verificare il rispetto dei tempi di guida e di riposo, delle velocità di percorrenza, dei tempi di lavoro complessivi, anche ai fini di una più precisa gestione amministrativa del parco veicoli di ogni singola azienda di trasporto e dei suoi dipendenti addetti alla guida (conducenti) e per una maggiore sicurezza complessiva della guida e del traffico commerciale.

COME FUNZIONANO

Il tachigrafo registra nella propria memoria elettronica tutti i dati di movimento del veicolo (compresi i tempi di sosta) e, attraverso la lettura e il riconoscimento di particolari “smart card” (le “carte tachigrafiche”), tutte le operazioni su di esso compiute sia alla guida, sia in fase di manutenzione (officina), sia in fase di verifica (azienda) che di controllo (autorità preposte – polizia stradale). Tramite le carte può trasferire i dati dalla memoria, effettuando lo scarico (“download”), su altre memorie elettroniche (pc o appositi strumenti di lettura) o stamparli su supporto cartaceo, sempre ai fini del controllo, della gestione e della archiviazione dei dati oltre il termine di durata della memoria interna (365 giorni).

SOGGETTI OBBLIGATI

Il tachigrafo deve essere montato sui veicoli da tutti i soggetti che:

  • svolgono nel territorio comunitario attività di trasporto di merci su strada, con veicoli di peso massimo autorizzato superiore a 3,5 tonnellate, compreso il peso dei rimorchi o semirimorchi;
  • svolgono nel territorio comunitario attività di trasporto di viaggiatori su strada, con veicoli atti a trasportare più di 9 persone, conducente compreso;

AUTORIZZAZIONE CENTRO TECNICO

Per ottenere l’autorizzazione come centro tecnico ad effettuare le operazioni sui tachigrafi digitali (primo montaggio, attivazione ed interventi tecnici), occorre presentare domanda in bollo all’Ufficio Metrico su apposito modulo predisposto da UnionCamere, accompagnata dalla documentazione attestante il possesso dei requisiti oggettivi e soggettivi per lo svolgimento delle attività. L’Ufficio Metrico esegue il riscontro istruttorio della documentazione effettuando una o più visite di controllo preventive al centro tecnico per verificare il possesso delle attrezzature previste e la loro regolarità sotto il profilo metrologico legale e la conoscenza delle procedure per le operazioni sui tachigrafi.

L’autorizzazione iniziale è concessa con provvedimento ministeriale. Il Ministero dello Sviluppo Economico assegna infatti alla ditta richiedente (centro tecnico) un codice identificativo che rappresenta il numero di autorizzazione e che viene riportato su tutte le documentazioni relative alle operazioni di montaggio, taratura, verifica e manutenzione dei tachigrafi digitali.

L’autorizzazione è rinnovata annualmente dalla Camera di Commercio, su richiesta del centro tecnico interessato utilizzando apposito modulo predisposto da UnionCamere, previa verifica, da parte dell'Ufficio Metrico, del permanere di tutti i requisiti necessari per il rilascio dell’autorizzazione stessa, compresa la certificazione di qualità. Alla richiesta di rinnovo deve essere allegata l’attestazione del versamento dei relativi diritti di segreteria.

Unitamente alla richiesta di autorizzazione il centro tecnico è tenuto a presentare alla Camera di Commercio la richiesta relativa alle Carte Tachigrafiche dell’Officina.

DIRITTI DI SEGRETERIA

 euro
Prima autorizzazione al centro tecnico*370,00
Rinnovo annuale autorizzazione*185,00
Autorizzazioni successive*260,00

*pagamento su c/c 19485218 intestato a Camera di Commercio di Varese.

NORMATIVA

Ultimo aggiornamento 13 settembre 2019

  • Stampa

INFO

Ufficio Metrico e Verifiche Ispettive

tel. 0332 295464

e-mail