Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

  • Stampa

Registro AEE

Registro Produttori Apparecchiature Elettriche Elettroniche

logo Dal 16 gennaio 2017 è attiva la funzione del portale www.registroaee.it per la trasmissione della Comunicazione annuale sulle quantità  di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato nel 2016. La scadenza per l'invio è il 30 aprile 2017, non è previsto un diritto di segreteria.

COS'E'

E' il registro nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche Elettroniche (RAEE). Il registro è stato istituito al Ministero dell'Ambiente.

A CHI SI RIVOLGE

L'obbligo interessa i produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE). E' considerato produttore e deve iscriversi al registro chi:

  • fabbrica e vende apparecchiature elettriche ed elettroniche recanti il suo marchio;
  • rivende con il proprio marchio apparecchiature prodotte da altri fornitori;
  • importa o immette per primo, nel territorio nazionale, apparecchiature elettriche ed elettroniche nell'ambito di un'attività professionale e ne opera la commercializzazione, anche mediante vendita a distanza;
  • produce apparecchiature elettriche ed elettroniche destinate esclusivamente all'esportazione.

Devono inoltre iscriversi al Registro i sistemi collettivi istituiti per il finanziamento della gestione dei RAEE.

COSA PREVEDE

I produttori di AEE soggetti all’obbligo di registrazione possono immettere sul mercato tali prodotti solo a seguito dell'iscrizione al Registro, da effettuarsi alla Camera di Commercio nella cui circoscrizione si trova la sede legale dell'impresa. Una volta effettuata la registrazione, a ciascun produttore viene rilasciato un numero di iscrizione da riportare, entro 30 giorni dal suo rilascio, in tutti i documenti commerciali. Prima di iscriversi al registro i produttori di AEE di tipo domestico hanno l'obbligo di adesione ad un sistema collettivo di gestione dei RAEE.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

L'iscrizione al Registro va effettuata esclusivamente per via telematica. Per accedere al sistema telematico è necessario disporre del dispositivo di firma digitale dotato di certificato di autenticazione e intestato al legale rappresentante dell'impresa. Prima di procedere alla compilazione online della pratica si invita a consultare il manuale di iscrizione.

COSTI

L’iscrizione al Registro tramite la Camera di Commercio di Varese comporta il versamento:

  • della Tassa di Concessione Governativa di 168,00 euro da effettuare mediante versamento in C/C postale n. 8003 intestato a "Agenzia delle entrate - Ufficio di Roma 2 - Centro Operativo Pescara - Tasse Concessioni Governative" - Codice causale 8617 - altri atti.
  • del diritto di segreteria di 30,00 euro e dell'imposta di bollo di 16,00 euro. Tali importi possono essere pagati tramite:
    - accesso a TelemacoPay con abilitazione al menù Adempimenti Ambientali - Pagamenti Vari;
    - versamento in C/C postale n. 19485218 intestato a "CdC di VARESE - Introiti diversi - Servizio tesoreria" - Descrizione causale: iscrizione registro AEE;

VARIAZIONI E CANCELLAZIONI

I produttori comunicano, con le medesime modalità previste per l'iscrizione, le variazioni dei dati trasmessi all’atto dell’iscrizione, nonché la cessazione dell’attività determinante l'obbligo di iscrizione. A fronte dell'invio di una pratica di variazione/cancellazione l'impresa è tenuta al pagamento del diritto di segreteria di 30,00 euro e dell'imposta di bollo di 16,00 euro. Non è dovuta la Tassa di Concessione Governativa.
Nel caso di modifica dei soli dati anagrafici è possibile compilare l'apposita pratica di aggiornamento anagrafica, che non prevede alcun pagamento e può essere effettuata solo dopo che la variazione di tali dati è stata comunicata al Registro delle imprese .

RUOLO DELLA CAMERA DI COMMERCIO

La Camera di Commercio verifica la correttezza amministrativa delle pratiche con particolare riferimento alla presenza dei dati relativi al pagamento della tassa di concessione governativa, dell'imposta di bollo e del diritto di segreteria. Una volta conclusa tale verifica, la pratica viene trasmessa al Registro Nazionale istituito presso il Ministero dell'Ambiente. I compiti di controllo e vigilanza sulle istanze sono attribuiti al Comitato di Vigilanza e Controllo.

Ultimo aggiornamento 24 gennaio 2017

  • Stampa

INFO

Spazio Imprese - Ambiente

tel. 0332 295318

Help-Desk

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale, Ambiente
e Conciliazione

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)