Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

  • Stampa

PMI innovative - Piccole e Medie Imprese Innovative

COS E'

La Piccola e Media Impresa innovativa è un nuova tipologia d'impresa, introdotta dalla legge 24 marzo 2015 n. 33, di conversione del D.L. 3/2015 in vigore dal 26 marzo 2015, che se in possesso dei requisiti previsti dall’art.4 del citato decreto, può iscriversi in un’apposita sezione speciale del Registro Imprese.

AGEVOLAZIONI PREVISTE

Tale iscrizione è presupposto per ottenere una serie di importanti agevolazioni relative a diversi aspetti della vita aziendale, fra le quali:

  • Esonero dall’imposta di bollo
  • Deroghe alla disciplina societaria ordinaria
  • Facilitazioni nel ripianamento delle perdite
  • Incentivi fiscali per investimenti

REQUISITI RICHIESTI

Le PMI innovative sono società di capitali, (con meno di 250 addetti e il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio non supera i 43 milioni di euro) anche costituite in forma di cooperativa, operanti nel campo dell’innovazione tecnologica, che soddisfano i seguenti requisiti:

  • sono residenti in Italia o in altro Paese membro dell'Unione Europea o in Stati aderenti all'accordo sullo spazio economico europeo, ma con una sede produttiva o una filiale in Italia.
  • sono in possesso della certificazione dell'ultimo bilancio e dell'eventuale bilancio consolidato redatto da un revisore contabile o da una società di revisione iscritti nel registro dei revisori contabili (sono quindi escluse le società di nuova costituzione);
  • le proprie azioni non sono quotate in un mercato regolamentato;
  • non sono iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese dedicata alle start-up innovative e agli incubatori certificati.

Il carattere innovativo dell'impresa è identificato dal possesso di almeno due dei seguenti requisiti:

  • spese in ricerca, sviluppo e innovazione in misura uguale o superiore al 3 per cento del maggior valore fra costo e valore totale della produzione. Le spese devono risultare dall'ultimo bilancio approvato e devono essere descritte in nota integrativa;
  • impiego come dipendenti o collaboratori a qualsiasi titolo, in percentuale uguale o superiore a 1/5 della forza lavoro complessiva, di personale con titolo di dottorato o dottorando presso un'università italiana o straniera, oppure in possesso di laurea e che abbia svolto, da almeno tre anni, attività di ricerca certificata presso istituti di ricerca pubblici o privati, in Italia o all'estero, ovvero, in percentuale uguale o superiore a 1/3 della forza lavoro complessiva, di personale in possesso di laurea magistrale;
  • titolarità, anche quali depositarie o licenziatarie di almeno una privativa industriale, relativa a una invenzione industriale, biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale ovvero titolarità dei diritti relativi ad un programma per elaboratore originario registrato presso il Registro pubblico speciale per i programmi per elaboratore, purché tale privativa sia direttamente afferente all'oggetto sociale e all'attività di impresa.

ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE "PMI INNOVATIVE" DEL REGISTRO IMPRESE

Per le modalità di compilazione della domanda di iscrizione nella sezione speciale PMI innovative, consulta l'apposita guida


Alla domanda di iscrizione devono essere allegate:

Entrambe le dichiarazioni sostitutive devono essere sottoscritte digitalmente dal legale rappresentante della società.



AGGIORNAMENTO DELLE INFORMAZIONI ISCRITTE NEL REGISTRO IMPRESE E MANTENIMENTO DELL'ISCRIZIONE

Le PMI innovative sono tenute ad aggiornare, entro il 30 giugno di ogni anno, le informazioni iscritte.

Inoltre, entro 30 giorni dall'approvazione del bilancio e comunque entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, deve essere depositata dal legale rappresentante l'attestazione del mantenimento del possesso dei requisiti.

DIRITTI E BOLLI

Le PMI innovative sono esentate dal pagamento dell'imposta di bollo dovuta per gli adempimenti relativi al Registro delle Imprese; sono invece dovuti sia i diritti di segreteria previsti per il deposito di tali adempimenti, che il diritto annuale (art. 4 comma 9 D.L. 3/2015 convertito con modificazioni nella legge 33/2015).

Ultimo aggiornamento 08 luglio 2015

  • Stampa

INFO

Registro Imprese - Contact Center

tel. 02 22177031

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale, Ambiente
e Conciliazione

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)