• Stampa

Marchi e brevetti

I marchi nazionali, secondo quanto previsto dal Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18, in scadenza da marzo fino al 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020. Quelli in scadenza dal 16 aprile 2020 seguino le scadenze ordinarie.
La direzione generale per la Tutela della proprietà industriale - UIBM - ha chiarito che, in alternativa alle procedure vigenti, le domande di marchio internazionale o quelle di rinnovo, possono essere trasmesse, complete di tutta la documentazione necessaria, anche via PEC all'indirizzo dglcuibm.div08@pec.mise.gov.it.

Resta inteso che la domanda cartacea con gli allegati, dovrà comunque essere inviata all'UIBM appena possibile, con la procedura ordinaria.

Marchio di impresa: è un segno distintivo che serve a contraddistinguere i prodotti o servizi che un'impresa produce o mette in commercio.

Brevetto: è un titolo in forza del quale viene conferito un monopolio temporaneo di sfruttamento sul trovato oggetto del brevetto stesso consistente nel diritto esclusivo di realizzarlo, di disporne e di farne oggetto di commercio, nonché di vietare a terzi di produrlo, usarlo, metterlo in commercio, venderlo o importarlo. Il brevetto si distingue in:

  • invenzione: è una soluzione nuova ed originale di un problema tecnico, atta ad essere realizzata ed applicata in campo industriale. Essa può riguardare un prodotto o un procedimento;
  • modello di utilità: è un trovato che fornisce a macchine o parti di esse, a strumenti, utensili od oggetti di uso in genere, particolare efficacia o comodità di applicazione o d'impiego;
  • disegno e modello semplice e multiplo: (già modello ornamentale) è un trovato che conferisce ai prodotti industriali uno speciale ornamento grazie ad una particolare forma o combinazione di linee, colori o altri elementi.

MODALITA' DI DEPOSITO

Tutti i depositi, sia in forma cartacea che telematica, possono essere effettuati esclusivamente utilizzando le seguenti modalità:

  • deposito telematico
    attraverso l’utilizzo della nuova piattaforma messa a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico,
  • deposito cartaceo
    attraverso l’utilizzo della nuova modulistica pubblicata dall'Ufficio italiano brevetti e marchi e versamento, dopo la presentazione della domanda alla Camera di Commercio, della tassa concessione governativa per i marchi o la tassa di deposito per i brevetti mediante modello F24

    In applicazione al Regolamento UE 2016/679, alle domande di deposito di marchi e brevetti è obbligatorio allegare il consenso al trattamento dei dati personali, firmato dal richiedente o dai richiedenti il titolo di proprietà industriale. La mancata presentazione del consenso, rende le domande irricevibili.

 

BANCHE DATI

NORMATIVA

PUBBLICAZIONI

SEGNALAZIONI INGANNEVOLI: In seguito a numerose segnalazioni da parte di titolari di marchi nazionali ed internazionali che ricevono offerte di pubblicazione a scopo conoscitivo dei loro marchi, previo bonifico bancario, si precisa che né la Camera di Commercio, né gli organismi ufficiali italiani ed esteri che gestiscono la proprietà industriale, inviano richieste di pagamento per la pubblicazione nelle rispettive banche dati. Si invita pertanto a valutare attentamente qualsiasi comunicazione in tal senso.

 

Ultimo aggiornamento 01 aprile 2020

  • Stampa

INFO

Marchi e brevetti

tel. 0332 295319

e-mail

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale, Ambiente
e Conciliazione

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)