Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

  • Stampa

Cittadino extracomunitario senza permesso di soggiorno

I cittadini extracomunitari in possesso di un permesso di soggiorno/visto per studio o residenti all’estero, che intendono iniziare in Italia un’attività di lavoro autonomo come:

  • titolare di impresa individuale
  • socio prestatore d'opera di società (anche cooperative), attive da almeno tre anni
  • amministratore di società di capitali , attive da almeno tre anni
  • revisore dei conti di società di capitali, attive da almeno tre anni

devono rivolgersi alla Camera di Commercio per ottenere le seguenti dichiarazioni:

  • nulla-osta (dichiarazione di insussistenza di motivi ostativi all'esercizio dell'attività)
  • attestazione dei parametri economico-finanziari (solo per imprese individuali e soci prestatori d'opera in società attive da almeno tre anni).

Tali dichiarazioni vengono rilasciate dalla Camera di Commercio solo per:

  • le attività iscrivibili al Registro Imprese per le quali non si richiede alcuna autorizzazione o requisito particolare (attività libere)
  • le attività il cui esercizio è soggetto al possesso di requisiti da verificarsi da parte della Camera di Commercio.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA

Da inoltrare alla Camera di Commercio competente per territorio in cui si intende svolgere l’attività di lavoro autonomo.

Se l'interessato è in possesso di un permesso di soggiorno per studio da convertire in permesso di soggiorno per lavoro autonomo, deve presentare personalmente la domanda attraverso:

Se l'interessato non ha ancora effettuato la richiesta di permesso di soggiorno, ed è pertanto ancora residente all'estero, prima di entrare in Italia deve provvedere a nominare un procuratore che richieda il nulla-osta e l'attestazione dei parametri economico-finanziari alla Camera di Commercio per suo conto. Il procuratore deve essere una persona regolarmente residente in Italia. In questo caso la domanda deve essere presentata personalmente dal procuratore attraverso:

  • modulo richiesta parametri, che deve essere compilato, bollato e firmato con firma semplice dal procuratore richiedente
  • modulo di procura sottoscritto dal cittadino extracomunitario dinanzi all'autorità consolare italiana all'estero del Paese in cui risiede;
    recante il visto originale di detta autorità, attestante la circostanza che la firma è stata apposta all'estero.
    Il modulo di procura dovrà essere depositato in originale, con eventuale traduzione giurata oppure procura notarile stipulata secondo le disposizioni previste in caso di atti  redatti all’estero.

TEMPI DI RILASCIO
Per la conclusione del procedimento di rilascio dell’attestazione, ai sensi del Regolamento Camerale n. 63 del 24 aprile 2001, sono previsti 30 giorni dal ricevimento dell’istanza, salvo particolari e motivate esigenze istruttorie.

COSTI
Diritti di segreteria 6,00 euro in contanti all’atto di presentazione della richiesta o su c/c postale 19485218 intestato alla Camera di Commercio di Varese.

AVVERTENZE
La Camera di Commercio, ai sensi del Decreto Ministeriale 11 maggio 2011, non potrà in nessun caso attestare un importo inferiore a 17.250,00 euro (o d’importo comunque superiore al triplo della somma pari alla capitalizzazione su base annua dell’importo mensile pari all’assegno sociale).

Ultimo aggiornamento 14 gennaio 2014

  • Stampa

INFO

Registro Imprese - Contact Center

tel. 02 22177031

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale, Ambiente
e Conciliazione

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)