Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

  • Stampa

Cancellazione d'ufficio PEC

Adozione Decreti del Giudice del Registro news
Il Giudice del Registro ha disposto con propri decreti la cancellazione d'ufficio degli indirizzi PEC irregolari.
I decreti sono pubblicati in questa pagina del sito e all'Albo camerale per un periodo di 7 giorni, dal 4 ottobre 2017 all'11 ottobre 2017; dal 27 ottobre 2017, una volta scaduti i 15 giorni per l'eventuale presentazione del ricorso (art. 2192 cc.) gli uffici del Registro Imprese procederanno all'effettiva cancellazione degli indirizzi che non siano stati nel frattempo regolarizzati.

COS’E’

Procedimento finalizzato a cancellare d'ufficio gli indirizzi PEC iscritti nel Registro delle Imprese che risultano inattivi, revocati dal gestore, non riconducibili ad una sola impresa o appartenenti ad un professionista (Direttiva del MISE del 27 aprile 2015).

PROCEDURA

Su istanza dell'Ufficio Registro Imprese il Giudice del Registro dispone con proprio decreto la cancellazione degli indirizzi PEC irregolari che risultano negli elenchi, ad eccezione di quelli che nel frattempo siano stati regolarizzati (Determinazione dirigenziale di avvio del procedimento n. 219 del 31/5/2017 - art. 2190 c.c.).

ELENCHI PEC IRREGOLARI

PEC inattive (non valide o revocate)

PEC multiple tra imprese

PEC multiple del professionista

  • comunicazione avvio procedimento
  • elenco pec multiple del professionista (.xls; .ods)
  • Decreto Giudice del Registro vol. n. 1634/2017 news

Elenco completo (.xls; .ods)

CONSEGUENZE DELLA CANCELLAZIONE

Le imprese individuali/società il cui indirizzo PEC viene cancellato d’ufficio, ne risultano a tutti gli effetti prive, pertanto le domande di iscrizione di atti e notizie al Registro Imprese saranno sospese per legge fino all’integrazione dell’indirizzo PEC:

  • per un periodo massimo di 45 giorni nel caso di imprese individuali
    (DL n. 179/2012, art. 5 comma 2);
  • per un periodo massimo di 3 mesi nel caso di società
    (DL n. 185/2008, art. 16 comma 6-bis).

Decorso inutilmente tale periodo la domanda di iscrizione è rifiutata con conseguente eventuale applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria prevista per l’omessa iscrizione di atti o notizie nel registro delle imprese (art. 2194 cc. per le imprese individuali e art. 2630 per le società).

Non è invece soggetta a sanzione la pratica di comunicazione di un valido indirizzo PEC, che può essere presentata in qualsiasi momento.

Non verranno sospese solo le seguenti tipologie di pratiche:

  • domanda di cancellazione dal registro delle imprese
  • domanda di iscrizione presentata da curatore fallimentare nel corso di una procedura
    concorsuale
  • domanda di iscrizione di patti parasociali
  • domanda di iscrizione di atto di cessione di azienda
  • domanda di iscrizione di atto di cessione di quote di società a responsabilità limitata
  • domanda di iscrizione di atti giudiziari presentata a cura della parte ricorrente (es.:
    sostituzione di amministratore disposta dal Tribunale)
Ultimo aggiornamento 04 ottobre 2017

  • Stampa

INFO

Registro Imprese - Contact Center

tel. 02 22177031

Vedi anche

NORMATIVA

HELP DESK

Registro Imprese,
Diritto Annuale, Ambiente
e Conciliazione

CONTACT CENTER R.I.

02/221 770 31

contact@va.camcom.it
 (NON utilizzare PEC)